E' bastato poco per entrare in sintonia. Infatti all'inizio dell'estate ci siamo rivisti per dedicarci un pomeriggio insieme: conoscerci ancora meglio e soprattutto avere un "faccia a faccia" con la mia telecamera.

Ritengo sia fondamentale conoscerci in modo da avere meno imbarazzo ed esser ancora più spontanei il giorno del matrimonio. Dopo un mese, arriva il loro giorno più bello. Una cerimonia sobria proprio come richiesto dal rigoroso don Roberto e culminata da un bacio al centro della Pieve di San Giorgio che ha emozionato tutti,

quel bacio che ha emozionato anche me.